Saint James Characteristics

james z 2 edited edited
Characteristics of Apostle James the Greater

Characteristics of Apostle James (also referred to as Saint James by the Catholic church) made us to understand that Apostle James was the son of Zebedee and in the same vein, of all the 12 apostles, he was the most obscure apostle, John’s brother, and he hailed from Galilee.

James was a fisherman with Peter and John and is always referred to in The Bible as the son of Zebedee to prevent confusion among other James’ in The Bible (there are many!).

According to the characteristics of the 12 Apostles, Jesus nicknamed both James and John “Sons of Thunder,” this nickname is thought to come from the fact that they both were such stormy personalities.

They were easily angered and quick to judge enemies of the Lord.

Caratteristiche dell'apostolo Giacomo (Il maggiore)

Scettico

Sembra che durante i tre anni del ministero di Gesù, Giacomo non accettò la messianicità di nostro Signore. Giovanni ci dice che nessuno dei fratelli di Cristo credeva in Lui. Che strano che Giacomo e i suoi fratelli dovessero essere così scettici nei confronti del ministero di Cristo quando erano osservatori in prima persona della Sua vita senza peccato e dei Suoi miracoli sorprendenti.

Anche Maria e Giuseppe, a volte, trovavano difficile comprendere il comportamento e le azioni di Cristo (vedi, per esempio, Luca 2:50). Più tardi, in uno dei passaggi davanti a noi in questa sezione, i suoi fratelli si uniscono alla madre nel cercare di trattenere Cristo, presumibilmente perché loro, come gli amici di Cristo (v. 21), dubitavano della sua sanità mentale. Non c'è da meravigliarsi se Gesù disse: "Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e nella sua casa".

saint james the greater-giovanni de francesco-mba lyon b-936
Saint James the Greater-Giovanni de Francesco-MBA Lyon B-936

Convertire

Sebbene Giacomo fosse un testimone oculare del carattere e del ministero di Gesù, è abbastanza chiaro che non divenne un credente convinto fino a dopo che Cristo morì sulla croce e risuscitò dai morti.

Questa deduzione, condivisa dalla maggior parte dei commentatori evangelici, si basa sul fatto che, dopo la risurrezione, ci viene detto che i fratelli di Gesù si sono riuniti con i discepoli nel Cenacolo.

Questa visione - che Giacomo divenne un credente convinto come diretto risultato della risurrezione - è ulteriormente rafforzata dal fatto che in 1 Corinzi 15:7 si fa riferimento all'apparizione di Cristo a Giacomo dopo la risurrezione.

Una nuova alleanza è entrata nel cuore di Giacomo e dei suoi fratelli dopo la risurrezione.

Anni di scetticismo e incredulità hanno lasciato il posto a una profonda fede e convinzione.

saint james the greater
Saint James

capo della chiesa

Dopo l'effusione dello Spirito Santo a Pentecoste, fu formata una chiesa a Gerusalemme, guidata, così sembra, da Giacomo, il fratello di nostro Signore. Il grado in cui Giacomo era stato trasformato diventa abbastanza evidente quando vediamo l'onore e il rispetto che i primi cristiani gli davano.

Come capo della chiesa di Gerusalemme, Saulo di Tarso conferì con lui quando vi tornò dopo il suo incontro con Cristo sulla via di Damasco.

Giacomo, che presiedette al famoso "Concilio di Gerusalemme" e pronunciò la sentenza, in seguito comunicò alle chiese per lettera che i gentili che entravano nella fede cristiana non dovevano essere circoncisi o osservare le leggi di Mosè.

Autore e scrittore

Alcuni studiosi ritengono che il fratello di nostro Signore non sia l'autore della lettera di Giacomo a causa di come si presenta nel versetto iniziale: "Giacomo, servo di Dio e del Signore Gesù Cristo". Se Giacomo, il fratello del Signore, l'avesse scritto, avrebbe affermato questo fatto nel suo discorso di apertura.

Tuttavia, tale visione non considera l'enorme impatto che la morte e la risurrezione di Cristo ebbero su Giacomo. Lo scrittore è così preso dal fatto della Signoria di Cristo - "un servo di Dio e del Signore Gesù Cristo" - che, in confronto, il fatto che fosse fratello di Cristo sembra non avere grande importanza. Giacomo si rallegrava, non tanto della sua relazione terrena con Cristo, ma di quella celeste.

james the great
James the Great

Un uomo dalla testa calda

Fu probabilmente per questo tipo di avventatezza e fanatismo che il cognome "Boanerges", che significa "Figli del tuono", fu loro conferito quando furono ordinati ai Dodici, MAR 3:17. Nota, tuttavia, che c'era qualche scusa per la loro azione.

L'impressione lasciata dalla Trasfigurazione era ancora molto forte su di loro. Sentivano fortemente che il loro Signore, che avevano appena visto "nella sua gloria" con "il suo aspetto alterato" e "vestimenti lucenti", non doveva essere soggetto a tali oltraggi da parte dei samaritani.

In occasione dell'ultimo viaggio di nostro Signore a Gerusalemme, MAR 10:32, i due fratelli hanno espresso questa presuntuosa avventatezza in modo più egoistico, MAR 10:35-45. Presero la loro intimità con Gesù e fecero la seguente richiesta.

MAR 10:35-40 “E Giacomo e Giovanni, i due figli di Zebedeo, si avvicinarono a lui, dicendogli: "Maestro, vogliamo che tu faccia per noi quello che ti chiediamo". E disse loro: 'Cosa volete che io faccia per voi?' E gli dissero: "Concedici di sedere nella tua gloria, uno alla tua destra e uno alla tua sinistra".

Ma Gesù disse loro:

'Non sai cosa stai chiedendo. Potete bere il calice che io bevo o essere battezzati con il battesimo con cui sono battezzato io?'

E gli dissero:

'Noi siamo capaci.'

E Gesù disse loro:

'Il calice che io bevo berrete voi, e sarete battezzati con il battesimo con cui sono battezzato io. Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra, questo non è mio da dare; ma è per coloro per i quali è stato preparato'”.

In MATT 20:20-28, queste parole sono messe nella bocca della madre, non direttamente da Giacomo e Giovanni. Tuttavia, questa richiesta ha suscitato il rimprovero di Gesù e ha commosso gli altri dieci con indignazione, MAR 10:40-45 “E udito questo; i dieci cominciarono a indignarsi con Giacomo e Giovanni.

saint paul the apostle church (westerville, ohio) - stained glass, arcade, saint james the greater
Saint Paul the Apostle Church (Westerville, Ohio) - stained glass, arcade, Saint James the Greater

Caratteristiche riassuntive dell'apostolo Giacomo

Ciascuno dei Vangeli sinottici identifica Giacomo come un primo discepolo di Gesù. Giacomo, figlio di Zebedeo, spesso chiamato Giacomo il Maggiore per distinguerlo dall'altro apostolo chiamato Giacomo, era un membro della cerchia ristretta di Cristo, che includeva suo fratello, l'apostolo Giovanni e Pietro.

Non solo Giacomo e Giovanni si sono guadagnati un soprannome speciale dal Signore - "figli del tuono" - ma hanno avuto il privilegio di essere al centro e al centro di tre eventi soprannaturali nella vita di Cristo.

Risorse Caratteristiche dell'apostolo Giacomo

Scroll to Top