Caratteristiche di San Pietro

peter 22 edited
Caratteristiche dell'apostolo Pietro

Immergendoci nelle caratteristiche dell'apostolo Pietro allora vediamo che Apostolo Pietro era un uomo con alcuni evidenti difetti di carattere. Simone era chiacchierone, era impetuoso, era vanaglorioso, mancava di umiltà ed era instabile.

Potresti chiederti perché Gesù avrebbe voluto Simone come discepolo, ma poi, il caratteristiche dei 12 Apostoli non erano molto meglio. (A quel tempo, erano tutti giovani con molti dei difetti della giovinezza, ma erano capaci di cambiare.)

E vediamo altri lati del carattere di Simon, che sono più positivi. Penso che fosse un uomo generoso; era caloroso ed estroverso, era entusiasta, era un uomo di forti emozioni ed era un leader naturale.

Ma soprattutto: era devoto a Gesù.

Non tutti noi avremo il temperamento socievole ed estroverso di Peter, ma tutti possiamo imparare dalla vita di Simon Peter. Quindi, diamo prima un'occhiata ad alcune delle caratteristiche dell'apostolo Pietro:

saint peter
San Pietro

Un altro sguardo a Simon Peter

Impulsivo

“Impulsivo” è la parola che useresti per descrivere Peter. Ogni volta che si presentava una nuova situazione, potevi sempre garantire che sarebbe stato Simon Pietro a saltare con entrambi i piedi!

Ricordi quando Gesù camminava sulle acque? Fu Simone che disse:

“Signore, comandami di venire da te sull'acqua. “(Matteo 14:22)

- e prima che tu potessi dire "Jack Robinson", Simon scese dalla barca e attraversò l'acqua verso Gesù. Questo è un comportamento impulsivo.

La notte in cui Gesù fu arrestato, Simon Pietro sguainò la sua spada e attaccò il servo del Sommo Sacerdote (Giovanni 18:10). Questo è un comportamento impulsivo.

Dopo che Gesù è risorto dai morti, è stato Giovanni ad arrivare per primo alla tomba vuota, ma ha esitato prima di entrare. (Era un personaggio cauto.)

Peter è arrivato dopo il apostolo Giovanni e si precipitò direttamente nella tomba. Allora anche Giovanni guardò dentro, e fu Giovanni, non Pietro, che capì ciò che vide e credette che Gesù fosse vivo. Capisci quello che sto dicendo? Pietro fu colui che saltò nel sepolcro senza veramente capire.

Ci sono molte altre occasioni in cui vediamo esempi dell'irruenza di Pietro. È sempre lui chi parla per primo. A volte è una cosa buona, come quando ha confessato a Gesù di essere il Figlio del Dio vivente. Ma poi, leggiamo di lui che protestava con Gesù per aver detto che sarebbe stato ucciso.

the apostle peter in prison
The Apostle Peter in Prison

"Signore,"

Egli ha detto,

"questo non ti succederà mai".

Ora, per Gesù, questa era una tentazione a rinunciare alla via della Croce. Gesù vide questa tentazione come proveniente dal Diavolo, anche se Pietro aveva detto le parole. Ha dovuto rimproverare Pietro, dicendo che è in effetti il ​​portavoce di Satana. Inconsapevolmente, Simon Pietro stava cercando di deviare Gesù dalla via del dovere e del sacrificio.

Quindi, a volte, le parole impulsive di Peter erano encomiabili, altre volte erano l'opposto.

Parole Inappropriate

Alla Trasfigurazione, abbiamo un'occasione maestosa: Gesù risplende di luce divina e parla a Mosè ed Elia, che risplende anche di gloria celeste. Gli altri due discepoli, Giacomo e Giovanni, tacciono con timore reverenziale. Ma Peter esce con quello che ha in mente! Innanzitutto, dice solo un luogo comune:

"Signore, è bello essere qui con te sulla montagna".

E poi, suggerisce di fare tre rifugi per Mosè, Elia e Gesù. Non sapeva cosa stava dicendo. Non ha senso, e comunque, cosa credeva di fare interrompendo la conversazione che Gesù aveva con nientemeno che con Mosè ed Elia? Erano parole inappropriate.

La reazione di Peter è sempre quella di aprire la bocca senza prima impegnare il suo cervello! E così, spesso agiva e parlava senza pensare. Questo è stato un grande difetto; si potrebbe pensare, e sicuramente una squalifica a diventare il capo della Banda Apostolica. Ma a quanto pare, Gesù vedeva le cose in modo diverso. Ha visto ciò che Peter era in grado di diventare: una roccia su cui avrebbe potuto fare affidamento.

the release of saint peter
The release of Saint Peter

Arrogante e presuntuoso

Era sempre probabile che Peter, nel suo entusiasmo, mordesse molto più di quanto potesse masticare. Era anche arrogante e presuntuoso.

In un'occasione affermò di amare Gesù più degli altri, che sarebbe stato più fedele a Gesù. Gesù aveva detto che tutti i suoi discepoli lo avrebbero lasciato quando fu arrestato.

E Pietro disse,

“Tutti gli altri potrebbero scappare, Signore, ma io non ti abbandonerò mai. Andrò in prigione e alla morte piuttosto che lasciarti”.

Peter stava per avere un brusco risveglio. Quando si arrivò al nocciolo della questione, quando Gesù fu arrestato, Pietro scappò, proprio come fecero gli altri.

Più tardi, leggiamo come rinnegò Gesù tre volte per salvarsi la pelle. Dov'era ora tutta la sua vantata lealtà?

Quando il gallo cantò, Pietro si ricordò delle parole di Gesù: «Prima che il gallo canti, rinnegherai di conoscermi tre volte. E uscì e pianse amaramente.

Questo è stato un periodo di prova per Peter - questo è stato un punto di svolta nella sua vita. Era umiliato. Si rese conto di non essere riuscito a essere una roccia. non era stato all'altezza del soprannome che il Signore gli aveva dato.

saint peter
San Pietro

reintegrazione

Vediamo un cambiamento nella vita di Pietro dopo la risurrezione. Il primo evento significativo è stato quando Gesù lo ha reintegrato come capo della Banda Apostolica. Questo accadde in riva al lago in Galilea, dove Gesù risorto chiese tre volte a Pietro se amava Gesù. Pietro rispose tre volte che lo fece, e tre volte gli disse di prendersi cura dei suoi agnelli e di pascere le sue pecore.

Pietro aveva rinnegato tre volte il suo Signore: ora Gesù lo rassicura che è perdonato tre volte. Non solo, ma Gesù affiderà a Pietro la cura pastorale della Chiesa primitiva. Che rischio correre il Signore: dare il lavoro a Pietro inaffidabile, vanaglorioso e spaccone! Ma il Signore sapeva cosa stava facendo.

Pietro aveva rinnegato Gesù piuttosto che affrontare la prigione o la morte, ma ora Gesù prevede che un giorno morirà come martire per la sua fede in Gesù:

In verità, in verità ti dico, quando eri più giovane, ti vestivi e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani e un altro ti vestirà e ti condurrà dove tu non vuoi». Gesù disse questo per indicare il tipo di morte con cui Pietro avrebbe glorificato Dio. Allora gli disse:

'Seguimi!' (Giovanni 21:18-19)

Pieni di Spirito

E Pietro in effetti seguì Gesù. Solo poche settimane dopo, lo troviamo in piedi nel Giorno di Pentecoste, pieno di Spirito e parlando con coraggio a una folla.

"Con l'aiuto di uomini malvagi, lo hai inchiodato a una croce",

disse Pietro alla folla. (Atti 2:23).

Sì, in realtà è abbastanza coraggioso da accusarli di aver crocifisso Cristo. Più tardi, quando parla alla folla dopo la guarigione dell'uomo al Tempio, dice:

“Hai ucciso colui che dà la vita! Ma Dio lo ha risuscitato dalla morte».

Ancora una volta, ha il coraggio di accusare direttamente il popolo di aver crocifisso Gesù.

Quindi, quando lui e Giovanni furono portati davanti ai capi ebrei, ancora una volta, disse:

“Lo hai inchiodato alla Croce. Ma Dio lo ha risuscitato dalla morte. (Atti 4:10)

Ogni paura di rappresaglia è ora svanita e Pietro testimonia coraggiosamente a Cristo. Sta davvero diventando una roccia.

crucifixion saint peter
Crucifixion Saint Peter

La xenofobia di Peter

Una delle caratteristiche che non ho ancora menzionato è quella della xenofobia di Peter. Sotto questo aspetto, era molto simile alla maggior parte degli ebrei del suo tempo. Tendevano a disprezzare i Gentili. Si vantavano di essere il popolo di Dio: gli ebrei. Pensavano di essere superiori a tutti gli altri. E così, c'era un certo grado di xenofobia. Non dovevano fraternizzare con i Gentili, sedersi a tavola con loro, né avere alcun tipo di comunione con loro.

Ora, Pietro era ortodosso nella sua pratica della fede ebraica, e non cessò di osservare le leggi rituali ebraiche della dieta e del costume dopo essere diventato un seguace di Gesù. Infatti, tutti i primi cristiani erano ebrei, ed erano stati tutti circoncisi.

Tuttavia, venne il tempo in cui lo Spirito Santo condusse alcuni di questi ebrei cristiani a predicare ai gentili e agli ebrei. E così fu che i non ebrei stavano arrivando alla fede in Cristo. In questo momento, Pietro ha la sua famosa visione di un panno o un lenzuolo che scende dal cielo.

Lo Spirito di Dio voleva far uscire Pietro dal suo solco xenofobo e iniziare ad accogliere i credenti gentili nella sua casa, per sedersi a tavola con loro e avere comunione con loro. Questa era una cosa molto grande da chiedere a un ebreo molto attento!

Nella sua visione, Pietro vede quello che sembra un enorme lenzuolo calato a terra dal cielo. Nel foglio vede tutti i tipi di animali considerati impuri dagli ebrei. Immagino che ci sarebbero stati maiali e topi, oltre a tutti i tipi di uccelli e rettili impuri. Una voce dal cielo disse:

“Alzati, Peter, uccidi e mangia!”

Pietro ha risposto:

"Signore, non ho mai mangiato nulla che non sia santo o puro".

La voce disse:

“Dio ha purificato queste cose. Non li chiami impuri?"

Questa visione fu ripetuta altre due volte, e poi Pietro uscì dalla trance in cui si trovava. E proprio allora vennero dei messaggeri chiedendo a Pietro di andare a casa di Cornelio il Centurione, per parlare a lui e a tutti i suoi parenti e amici gentili di Gesù . (Puoi leggere tutto questo in Atti, capitolo 10).

Il risultato di tutto ciò fu che Pietro andò a casa di Cornelio e raccontò alle persone lì il messaggio di salvezza. Quando udirono le parole di Pietro, credettero in Gesù e lo Spirito Santo scese su di loro, segno sicuro che Dio li aveva accolti. Lo Spirito Santo aveva fatto sapere alla Chiesa primitiva che i Gentili erano altrettanto benvenuti quanto gli Ebrei nel Regno di Dio.

E così, Pietro fu cambiato per sempre dall'essere un ebreo ristretto e xenofobo a diventare uno che accoglieva i credenti gentili e aveva comunione con loro. (È vero che in seguito lo troviamo un po' indietro quando incontrò alcuni cristiani ebrei estremisti. Peter ha compromesso la sua posizione in quel momento.)

Ma è decisamente cambiato. È diventato uno che accoglierà chiunque creda in Gesù, qualunque sia la sua razza o origine. Tutto il suo approccio è cambiato.

pope peter ;characteristics of apostle peter
Pope Peter

La lezione di umiltà e sottomissione

Quando arriviamo alle epistole di Pietro, alla fine del Nuovo Testamento, scritte quando Pietro stava per diventare vecchio, vediamo uno che ha imparato la lezione dell'umiltà, della sottomissione a Dio ed è pronto a soffrire per amore del Vangelo.

In gioventù era stato instabile come l'acqua, ma nella sua maturità divenne la Roccia su cui fu edificata la Chiesa. Era stato un giovane quando aveva incontrato Gesù per la prima volta – probabilmente solo poco più che ventenne – era stato pieno di immaturità e orgoglio. Ma Dio che lo prese e li cambiò. Divenne Pietro la Roccia.

Caratteristiche riassuntive dell'apostolo Pietro

dell'apostolo Pietro, uno dei dodici, le buone qualità e le sue cattive qualità erano due facce della stessa medaglia. E siamo tutti così: tutti abbiamo personalità uniche e quella personalità avrà sia punti di forza che punti deboli.

Le nostre personalità hanno bisogno di essere sottomesse a Dio in modo che lo Spirito Santo possa operare per produrre il Frutto dello Spirito in noi. Allora appariranno gli aspetti positivi della nostra personalità e aiuteremo a edificare il corpo di Cristo, la comunione della Chiesa.

Risorse Caratteristiche dell'apostolo Pietro

Scroll to Top